Ci sono 2 modi per giocare: il modo corretto e il modo sbagliato. Conoscere le regole è l’unica cosa che conta per vincere


Giochi100.it ti insegna le regole del gioco

La rivoluzione nel gioco con il decreto anti-riciclaggio: misure severe per combattere l’illegalità

Il Governo italiano è pronto a recepire la IV Direttiva dell’Unione Europea in merito al contrasto del riciclaggio di denaro. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze sta elaborando una bozza del Decreto Legislativo che dovrebbe, nei prossimi mesi, introdurre norme e controlli più stringenti anche in materia di gioco, sia nel suo canale online che terrestre. Sono parecchie le novità e le nuove norme non possono che essere accolte con favore, considerando i recenti scandali e il costante pericolo di infiltrazioni mafiose nel settore del gambling pubblico e legale.

Gli aspetti cruciali

La normativa che sarà recepita dallo Stato italiano va a regolamentare aspetti cruciali per quanto concerne le Videolotteries (consentono vincite fino a €500.000 e pertanto meritano particolare attenzione, considerando i recenti fatti di cronaca), le agenzie di scommesse (con obbligo di identificazione del giocatore per vincite quotidiane superiori ai €2.000 rispetto all’attuale limite di €1.000) e il gioco online nel quale per i concessionari nasce l’obbligo di monitorare con attenzione i propri giocatori high roller (l’obiettivo è di stroncare il fenomeno del chip dumping).

In particolare nel mirino sono entrate le monete elettroniche e i sistemi di pagamento atipici, il cui uso potrebbe far scattare dei campanelli d’allarme ai concessionari.La bozza del decreto può subire delle modifiche e la sua versione definitiva dovrà prima essere notificata alla Commissione Europea, prima di entrare in vigore.

Gioco On Line sottopressione

Il testo prevede uno stringente obbligo di monitoraggio per quanto riguarda i concessionari che saranno venuti a vigilare “lo stato dei conti di gioco ed in particolare quelli sospesi e quelli sui quali vi siano movimentazioni rilevanti”. Pertanto i giocatori high roller saranno monitorati ed in caso di anomalie, segnalati, ma rischieranno soprattutto coloro che hanno il conto sospeso per aver commesso gravi irregolarità. Ed è logico che lo storico di un utente potrebbe senza dubbio pesare in futuro.

Sotto la lente anche i metodi di ricarica

Il decreto legislativo dà i primi parametri che dovranno essere valutati con attenzione: “tipologia di strumenti di ricarica utilizzati, la frequenza e le fasce orarie delle transazioni di ricarica del conto di gioco, l’individuazione di anomalie nell’utilizzo del conto di gioco per come desumibili dal rapporto tra depositi e prelievi”.Senza dubbio particolare attenzione sarà riservata alla “tipologia di strumenti di ricarica utilizzati”, pertanto l’utilizzo frequente di carte pre-pagate e monete elettroniche potrebbero essere un indice di presunzione.

Battaglia al chip dumping

Non sarà facile stabilire un punto di equilibrio: come noto, nel settore del poker online (e potrebbe prestarsi tale condotta anche nel betting exchange) vi è purtroppo il fenomeno del chip dumping, una grave forma di collusion ai tavoli, con la quale due giocatori di fatto si passano volutamente chips (nei tornei) o denaro (nel cash game). Questa può essere senza dubbio una grave forma di riciclaggio che era frequente in alcuni network ad inizio regolamentazione. Il fenomeno, per fortuna, si è attenuato ma non va affatto sottovalutato ed è anche di non difficile individuazione (nel cash game).In tal caso le rooms ed i network dovranno ancor di più elevare i propri standard di sicurezza ed agire con team molto preparati.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *