Ci sono 2 modi per giocare: il modo corretto e il modo sbagliato. Conoscere le regole è l’unica cosa che conta per vincere


Giochi100.it ti insegna le regole del gioco

I fans sono gli allenatori del United London FC: fra reality e fantasy sport

Se pensate che Maurizio Zamparini sia un presidente sui generis, un ‘mangia-allenatori’, sappiate che esiste al mondo un presidente che di allenatori proprio non ne vuole sapere: si tratta di Mark North, patron delloUnited London FC, la prima squadra al mondo allenata dai propri sostenitori.

Nati nel 2016 

Sì, avete letto bene: allo United London FC la formazione la fanno i fan. La squadra milita nella Essex Alliance Premier League (la 12° serie sulle 14 esistenti in Inghilterra) ed è stata formata proprio quest’anno. Il modello scelto da Mark North è preso dai reality show televisivi, dai videogiochi e dai fantasy sport. In pratica, il sistema attribuisce o toglie punti alle formazioni dei vari team (che in pratica agiscono come tanti piccoli allenatori) in base a diversi criteri: se i giocatori scelti rientrano effettivamente negli 11 titolari, se fanno gol o regalano un assist, se mantengono la porta inviolata e così via.

Il perché 

In queste categorie non c’è molto interesse, perché la Premier League si prende tutto”, ha dichiarato North al New York Times. “Ecco perché abbiamo voluto essere diversi, nel costruire una fan base online invece di una semplicemente locale”.

Oltre 2.000 fans

Ad oggi sono più di 2.000 i fan iscritti allo United London, provenienti un po’ da tutto il mondo: Australia, Argentina, Brasile, Canada, Svezia e persino Stati Uniti d’America – dove il calcio sta diventando popolare solo negli ultimi anni.

Il meccanismo

Ma come funziona questa sorta di fantasy game allo United London? Ogni settimana, i fan votano l’11 di partenza, controllando le statistiche dei giocatori, lo scout e i video delle partite precedenti, postate online dal club. Le votazioni si chiudono di venerdì e il sabato viene annunciata la formazione.

Una seconda chance per i giocatori 

Molti giocatori, quando arrivano a 18, 19 o 20 anni – ha dichiarato Jon Willis, Head of Recruitment del Football Careers Centre, un’organizzazione che aiuta i giocatori usciti dall’accademia a trovare nuove squadre – non hanno ancora un curriculum. Il programma dello United London è interessante, perché registra ogni partita. Così i giocatori possono mettersi letteralmente in vetrina”. 

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *