Ci sono 2 modi per giocare: il modo corretto e il modo sbagliato. Conoscere le regole è l’unica cosa che conta per vincere


Giochi100.it ti insegna le regole del gioco

Come vincere alle scommesse: i consigli di 4 professionisti che hanno fatto i milioni in carriera

Dovendo competere contro colossi che hanno dalla loro innumerevoli vantaggi (l’aggio, informazioni da insider, sofisticati strumenti di analisi e via di scorrendo) è facile pensare che vincere con le scommesse in maniera professionale sia impossibile. Ma non è così: come esistono i professionisti del poker, ci sono anche tante persone che si guadagnano da vivere scommettendo.

Alcuni lo fanno per pagarsi le bollette, altri si garantiscono la pensione in questo modo, altri ancora sono diventati milionari. All’ultima categoria appartengono Billy Walters, Haralabos Voulgaris, Teddy Covers e R.J. Bell, quattro punter che hanno accumulato gran parte dei loro patrimoni grazie all’abilità dimostrata nel betting.

Ognuno ha una strategia e un’impostazione differente, ma di questi quattro ci si può sicuramente fidare: per loro parlano i risultati e i ban ricevuti da decine di bookmakers per le vincite eccessive. Volete inseguire il sogno di diventare professionisti delle scommesse? Iniziate dai consigli di questi quattro fenomeni del betting, raccolti dal sito Football Forever.

Billy Walters

Di Billy Walters abbiamo già parlato tante volte, perché è con ogni probabilità il più famoso scommettitore professionista del mondo. Un uomo in grado di accumulare una fortuna da decine di milioni di dollari con il suo intuito e le sue abilità. Ma il talento, nelle scommesse, non basta: ogni punter deve necessariamente informarsi leggendo tutto ciò che viene pubblicato sullo sport sul quale si decide di scommettere.

All’inizio della mia carriera ero solito mandare un gruppo di miei collaboratori all’aeroporto”, ricorda Walters. “Salivano sugli aerei e leggevano tutto ciò che c’era scritto sui giornali locali e nazionali degli Stati Uniti d’America“. Una strategia all’apparenza folle, ma che consentì a Walters di vincere con le scommesse per milioni di dollari. In questo modo, infatti, acquisiva un edge sui bookmakers di Las Vegas che non potevano leggere i giornali locali e non conoscevano in profondità lo stato di forma delle varie squadre, soprattutto nel basket collegiale.

Ma oggi come si può fare con internet? In realtà è ancora più semplice: il consiglio di Billy Walters è di leggere tutto ciò che è stato scritto su un determinato calciatore, una squadra, un campionato o uno sport. Se scegliete, ad esempio, di scommettere sulla Serie B, leggete tutto ciò che viene scritto su questa lega e i suoi protagonisti.
“Vincere non significa semplicemente leggere dati e statistiche”, spiega Walter. “Vincere vuol dire conoscere davvero le squadre su cui punti“.

Haralabos Voulgaris

La carriera di Haralabos Voulgaris iniziò con una mossa “di braccio”: scommise tutto ciò che aveva sulla vittoria dell’NBA da parte dei LA Lakers. Ma dopo quel successo da $455.000, Bob ha cambiato completamente strategia: si è affidato a un genio della matematica (lo chiama in questo modo) con il quale ha sviluppato un software in grado di predire il possesso delle 1.230 partite stagionali in NBA. Così è riuscito a mantenere un Roi superiore al 6% per anni, vincendo milioni di dollari. Il suo consiglio è quindi di sfruttare tutti i dati e le statistiche a disposizione e di acquistare i software presenti sul mercato, perché solo così si aumenta il nostro edge.

Teddy Covers

Le quote sono importanti. Non basta indovinare l’esito, è anche fondamentale farsi pagare il prezzo giusto. Lo sa bene Teddy Covers, uno degli scommettitori più vincenti nella storia dell’NFL. “Uno degli errori più comuni dei giocatori occasionali è che non cercano le quote migliori sul mercato“, ha dichiarato forte della sua esperienza ventennale. “Quando compri azioni in borsa, il prezzo è lo stesso per qualsiasi azione. Ma nel betting non è così e allora dovresti sempre cercare il bookmaker che paga meglio”. Il suo consiglio generico sulle favorite è di scommettere diversi giorni prima dell’evento. Così si trovano le quote migliori, e la differenza a fine anno, per un professionista, si fa sentire notevolmente.

R. J. Bell

È il consiglio più vecchio nella storia del gambling, ma se lo ripetono tutti un motivo c’è: senza una corretta gestione del bankroll, non si va da nessuna parte. A dirlo in questo caso è R.J. Bell, che oltre ad essere uno scommettitore professionista è anche il conduttore di uno show radiofonico di ESPN sul betting. “Troppi giocatori scommettono più di quanto possono permettersi all’inizio della stagione”, ha spiegato. “Quando poi ci sono partite dove c’è del valore, non hanno più soldi per puntare”. Il suo suggerimento per vincere con le scommesse è alternativa: effettuate scommesse piccole a inizio stagione, e aumentatele strada facendo.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *